Alfredo Rodriguez &
Pedrito Martinez

“Duologue”

VENERDÌ 17 APRILE 2020
ORE 21:00

Acquista Biglietti

VENERDÌ
17 APRILE 2020

ore 21:00

AUDITORIUM GAZZOLI
TERNI

INTERO € 25,00
RIDOTTO € 21,00

ALFREDO RODRIGUEZ • pianoforte
PEDRITO MARTINEZ • percussioni

ALFREDO RODRIGUEZ

PEDRITO MARTINEZ

Le storie di Alfredo Rodriguez e Pedrito Martinez possono sembrare simili: entrambi sono nati a L’Avana, città che ha forgiato il loro talento musicale prima del loro trasferimento negli Stati Uniti.

Lì hanno esposto la musica della loro terra ad una grande varietà di influenze, dando così vita a uno stile personale e lontano dagli stereotipi. Il percorso dei due musicisti è stato tuttavia molto diverso. Alfredo Rodriguez è nato in una famiglia di tradizione musicale, ha studiato pianoforte al Conservatorio Amadeo Roldán e successivamente presso l’Instituto Superior de Arte, oggi Universidad de las Artes de Cuba. Nel 2006, durante un’esibizione al Montreux Jazz Festival, è stato notato da Quincy Jones, che ha poi deciso di seguirlo e di produrlo. Pedrito Martinez ha invece affinato il suo talento per le strade dell’Avana, imparando a suonare le percussioni e a cantare con la vocalità tipica della musica religiosa e del folklore afro-cubano. Arrivato negli Stati Uniti nel 1998, Martinez si è presto messo in luce conquistato nel 2000 il primo posto al Thelonious Monk Institute of Jazz International Afro-Latin Hand Drum Competition. Da quel momento in poi ha collaborato con Wynton Marsalis, Sting, Bruce Springsteen, Paul Simon, Angelique Kidjo, Chucho Valdés e James Taylor. Nonostante le differenze, Rodriguez e Martinez condividono un’intesa naturale come mostra la loro prima registrazione in duo, intitolata Duologue e pubblicata dalla Mack Avenue Records. In questo album i due musicisti esplorano un’ampia gamma di generi, passando da personali interpretazioni di classici cubani a composizioni originali a rivisitazioni in chiave latina di brani pop. «Ciò che rende questo duo così particolare è che io provengo dal mondo folk e Alfredo da quello classico – spiega Martinez – Abbiamo coniugato questi due mondi e il risultato è stato qualcosa di straordinario e unico». La maggior parte dei pezzi originali dell’album è scritta da Rodriguez con la collaborazione di Martinez per quanto riguarda testi e ritmica.