SILVIA ALUNNI

Il diploma di pianoforte conseguito con il M° Laura De Fusco al Conservatorio “S. Pietro a Majella” di Napoli conclude l’eccellente percorso formativo condotto presso il Conservatorio “S. Cecilia” di Roma sotto la guida del M° Carlo Bruno.

Per il perfezionamento Silvia Alunni si è affidata ad alcuni dei più illustri musicisti e teorici italiani ed europei: Carlo Bruno (Quartetto Beethoven), Hans Graf (Mozarteum di Salisburgo), Dario De Rosa (Trio di Trieste), Altenberg Trio (Conservatorio di Vienna), Pier Narciso Masi (Accademia Pianistica “Incontri col Maestro” di Imola) e Piero Rattalino (Accademia Musicale Pescarese). La sua attività concertistica, come solista e in formazione cameristica, è intensa sia in Italia che all’estero: è stata invitata da rinomate società di concerti e ha partecipato a numerosi festival di rilievo (Istituzione Universitaria Concerti – Roma, Verona Jazz, Ente Concerti di Pesaro, Campus Internazionale di Musica – Latina, REC – Reggio Emilia, Camerino Festival, Società Barattelli – L’Aquila, Accademia Filarmonica Romana – Roma, Emilia Romagna Festival, – Imola, ecc…). Il suo repertorio spazia prevalentemente dalla letteratura pianistica dell’Ottocento e quella del Novecento. Dal 1999 collabora con Stefano Pagliani, Primo violino del Teatro alla Scala dal 1990 al 2000, con il quale ha svolto importanti tournée in Sud America, Canada e Stati Uniti. Nello stesso anno il Duo è stato invitato ad esibirsi a New York, nel Palazzo delle Nazioni Unite.

Attualmente Silvia Alunni collabora con tre formazioni di assoluto rilievo: I Solisti della ScalaArs Ludi e il Rumble Quintet di cui è fondatrice. Dal 1999 al 2004 è stata membro del Consiglio Direttivo Nazionale dell’Associazione Giovanile Musicale (A.Gi.Mus.). Dal 1998 al 2004 è stata Presidente e Direttore Artistico dell’Associazione Giovanile Musicale (A.Gi.Mus.) di Terni. È Presidente e Direttore Artistico della Stagione musicale Visioninmusica di Terni, città in favore della quale svolge un prezioso e riconosciuto lavoro di produzione, promozione e divulgazione musicale. Dal 2002 al 2006 è stata membro del Consiglio di Gestione della Fondazione Alessandro Casagrande di Terni, nata per il sostegno e la promozione del concorso pianistico internazionale omonimo.

Nel 2004 con il Rumble Quintet – insieme a Stefano BollaniRoberto GattoAntonio Caggiano e Gianluca Ruggeri – ha inciso per l’etichetta “Visioninmusica” l’album “Lenny 4 Five”, dedicato ai musical di Leonard Bernstein.

Nel 2006 ha ideato, prodotto e interpretato – insieme a una formazione di grandi musicisti (Rita Marcotulli, Paolo Fresu, Andy Sheppard, Marilyn Mazur, Benita Haastrup) – lo spettacolo multimediale dal titolo “Elements, il suono delle pietre”, nel quale è stata data “voce” alle pietre sonore di Pinuccio Sciola. Le sculture dell’artista sardo hanno rappresentato il centro visivo e sonoro dell’evento, a cui si sono perfettamente integrate le immagini in movimento elaborate da Roberto Masotti e Gerardo Lamattina.

Con il violinista Stefano Pagliani ha inciso le due Sonate di Sergej Prokofiev, pubblicate nel 2006 dall’etichetta americana “Arcadia”.

Nel 2011 con 1.042 voti, tra preferenze popolari e giuria tecnica, Silvia Alunni si è aggiudicata l’ambito premio di “Ternano dell’Anno”, conferitole proprio per la sua attività di direttore artistico di Visioninmusica e di operatore culturale. Nato nel 2007 su iniziativa del quotidiano locale Giornale dell’Umbria, il premio è stato assegnato per la prima volta a un appartenente al mondo della cultura, a testimonianza dell’alta professionalità e della profonda passione che caratterizzano il lavoro e l’impegno di Silvia Alunni nel proporre un’elevata offerta culturale nella città di Terni.

Quale ultimo riconoscimento della sua elevata professionalità, nell’agosto 2017 e 2018 Silvia Alunni ha ricevuto dal direttivo della rete I-Jazz e dal suo direttore artistico Paolo Fresu l’incarico di organizzare la data umbra dell’evento nazionale “Il Jazz italiano per le terre del sisma”, una maratona musicale di quattro tappe che partita da Scheggino ha coinvolto Camerino, Amatrice, concludendosi a L’Aquila. Per gli eventi umbri del 31 agosto, Silvia Alunni è stata incaricata per la direzione artistica e per l’organizzazione, che in linea con la sensibilità di Visioninmusica ha puntato a soddisfare i palati più fini, ma anche ad avvicinare il jazz a un pubblico di non appassionati del genere, con una programmazione che ha visto protagonisti dell’evento artisti provenienti dal panorama locale, nazionale e internazionale.

Nel corso del 2019, Silvia Alunni è stata tra i fondatori di Jazz Italian Platform (JIP), un’associazione che riunisce otto tra le più importanti e vitali realtà della scena nazionale (Bologna Jazz Festival, Fondazione Umbria Jazz, Jazz in Sardegna, Jazz Network – Ravenna, Pomigliano Jazz, Saint Louis College of Music – Roma, Veneto Jazz e Visioninmusica) ed è nata allo scopo di promuovere la musica contemporanea in veste di interlocutore per festival, musicisti, agenzie, case discografiche e istituzioni.

Ascolta il Rumble Quintet su iTunes…

DIRETTORE ARTISTICO

 

Chi siamo

 

Trasparenza

Più info (Art.9, comma 3 del D.L. 8-8-2013 n.91, convertito con L. 7-10-2013 n.112)