Tommaso Perazzo Trio

“What’s Coming Next?”

VENERDÌ 16 OTTOBRE 2020
ORE 21:00

In Vendita da lunedì 28.09

VENERDÌ
16 OTTOBRE 2020

ore 21:00

AUDITORIUM GAZZOLI
TERNI

INTERO € 20,00
RIDOTTO
€ 17,00

TOMMASO PERAZZO • pianoforte
KIMON KAROUTZOS • contrabbasso
MARCELLO CARDILLO batteria

What’s coming next è il titolo dell’album d’esordio del pianista Tommaso Perazzo e del suo trio (con Marcello Cardillo alla batteria e Kimon Karoutzos al contrabbasso). Tre musicisti che da Genova, Napoli e Atene si sono trovati in un’altra grande città portuale, Amsterdam, costituiscono uno splendido esempio della rinnovata dimensione europea del jazz di oggi. Registrato nel novembre del 2018 e prodotto dalla Musicamdo Jazz Records, What’s coming next cristallizza l’esperienza di tre musicisti under ventisei al culmine di una fase cruciale della loro formazione, lanciandoli verso la successiva (Tommaso Pierazzo è vincitore di una borsa di studio presso la prestigiosa Manhattan School of Music di New York). Nelle linee melodiche, nelle ritmiche e negli arrangiamenti realizzati dal Trio si riconosce un rispettoso e acuto sguardo verso la tradizione – Keith Jarrett, Herbie Hancock, Esbjörn Svensson Trio, Brad Mehldau – senza mai essere prevedibile o banale. Nel 2020 il trio si è già esibito con successo al Festival Gezmataz di Genova e al Barga Jazz Contest.

Nel 2020, i musicisti della nuova generazione hanno la responsabilità di portare il jazz verso una musica contemporanea che non conosce confini o limitazioni di stile.
Questo concetto é la colonna portante del trio, che, grazie alle diverse esperienze culturali dei suoi componenti, continua a scoprire nuove direzioni musicali.
Melodie innovative, ritmi mai banali e arrangiamenti inediti sono la base dell’impasto musicale del trio. I musicisti interagiscono continuamente creando musica “nel momento”. Echi di leggende del jazz (Keith Jarrett – Herbie Hancock) e di influenze moderne (E.S.T, – Brad Mehldau), danno nuovo respiro al repertorio del trio.

Tommaso Perazzo è nato il 16 maggio 1996 ad Angera, in provincia di Varese. Dopo essersi diplomato a Genova presso il Liceo Musicale “Sandro Pertini”, nel settembre 2015 si è trasferito nei Paesi Bassi per frequentare il Conservatorio di Amsterdam nella sezione Piano Jazz.
Durante i quattro anni di studi presso la città olandese ha partecipato a molti workshops musicali, accompagnando tra gli altri Peter Bernstein, Terell Stafford, Ira Coleman; ha avuto inoltre occasione di suonare con la Big Band del Conservatorio in diversi concerti, l’ultimo dei quali diretto dal sassofonista statunitense Bob Mintzer, e partecipare ad alcune competizioni: nella primavera del 2018 ha vinto con il suo trio il secondo premio del concorso “Keep en Eye International Jazz Award” ed il primo come miglior solista. Nel giugno dello stesso anno ha partecipato al “Premio Internazionale Massimo Urbani”, vincendo il primo premio; questo gli ha permesso di realizzare il disco di debutto,“What’s Coming Next?”, registrato con il suo trio ad Amsterdam e prodotto dalla Musicamdo Jazz Records. Nel giugno 2019, dopo aver conseguito il diploma Bachelor ad Amsterdam, ha ottenuto una borsa di studio presso la Manhattan School of Music di New York, dove sta attualmente frequentando il Master of Music, major di piano jazz. Tra le più recenti esibizioni con il suo trio, spiccano il concerto al Festival “Gezmataz” di Genova nel luglio 2020 e la partecipazione al “Barga Jazz Contest” nello stesso anno, dove la band ha vinto il primo premio ex aequo con il trio di Valentina Fin. Nel febbraio 2020 è stato selezionato per le audizioni presso l’”Herbie Hancock Institute of Jazz” di Los Angeles, avendo cosí l’opportunità di suonare davanti a una giuria che comprendeva Herbie Hancock, Wayne Shorter e Ambrose Akinmusire tra gli altri artisti.
Negli anni precedenti ha partecipato a diversi seminari estivi e workshop, tra cui Siena Jazz nel 2014, due edizioni di Tuscia in Jazz (2009-2010),
vincendo nel 2010 il premio come miglior talento del concorso “Jimmy Woode Award”; all’interno dello stesso seminario ha avuto l’opportunità di frequentare lezioni tenute da Kenny Barron, Dado Moroni, Tony Monaco e David Kikoski. Nel 2009 ha partecipato alla competizione “Chicco Bettinardi” di Piacenza, vincendo una menzione speciale della giuria per i nuovi talenti del jazz italiano.