Seleziona una pagina

FRANCESCO BACCINI

Archi e Frecce

AUDITORIUM GAZZOLI, TERNI
VENERDÌ 19 GENNAIO 2024
ORE 21,00

Acquista Biglietti

VENERDÌ
19 GENNAIO 2024

ore 21,00

AUDITORIUM GAZZOLI
TERNI

INTERO € 25,00
RIDOTTO € 21,00

FRANCESCO BACCINI piano e voce
MICHELE CUSATO chitarra, basso

ALTER ECHO STRING QUARTET

MARTA TADDEI primo violino
NOEMI KAMARAS secondo violino
ROBERTA ARDITO viola
RACHELE REBAUDENGO violoncello

     

Non tutti i cantautori riescono a celebrare trent’anni di carriera e, soprattutto, non tutti scelgono di celebrare arrangiando in chiave cameristica la propria discografia. Non tutti, ma Francesco Baccini non è mai stato come tutti gli altri. Audace sperimentatore, non si è mai interessato alle tendenze del momento, riuscendo a conservare la sua integrità artistica e sorprendendo, con ogni suo progetto, il fedele pubblico che lo segue da trent’anni. 

Da questo punto di vista, Archi e Frecce è il contenitore perfetto dell’essenza di Baccini che stupisce ancora una volta, decostruendo e ricostruendo i suoi brani più celebri in un contesto acustico e raccolto, accompagnato dagli archi dell’Alter Echo String Quartet e dagli arrangiamenti di Michele Cusato. Il cantautore genovese si diverte a sottrarre quel senso di familiarità che si avvolge attorno ai pezzi selezionati, spogliandoli della loro consueta veste e lasciando in piedi solo gli archi e la voce – è il caso di Mani di forbice, che si arricchisce di tinte ancor più fosche nel dialogo finale tra il violoncello e la voce di Baccini. L’introduzione e la chiusura dell’album fanno da cornice al racconto di una vita, che si snoda e scorre fino al presente con i due inediti: L’equilibrista e Il signore della notte. Brani intimi e ironici che narrano, in prima persona, il lato quotidiano di Baccini, quello che l’artista è abituato a mostrare con “TeleBaccio Night” e “Nell’occhio del Grifone” su Twitch ai suoi estimatori. L’artista, d’altronde, non ha mai nascosto la sua vena social: chi lo segue da anni ha avuto modo di assistere ad innumerevoli apparizioni nel cuore della notte con dirette Facebook o Instagram, dove Baccini parla di attualità, intrattiene gli spettatori nel suo salotto con il suo fidato pianoforte e il suo bassotto e, a fine diretta, cancella ogni traccia.

In accordo con la sua essenza libera da ogni schema o costrizione, come ricorda ne L’equilibrista: “toglimi quella rete, tanto non casco, sono l’equilibrista”.

francescobaccini.com