Mountain Men
"Nothing Zero None"

MARTEDì 06 FEBBRAIO 2014
ORE 21:00
Acquista Biglietti

GIOVEDì
06 FEBBRAIO 2014
ore 21:00

AUDITORIUM GAZZOLI – 
TERNI

INTERO € 16,00
RIDOTTO € 13,00

MR MAT, voce, chitarre, stompbox
MR IANO, voce, armonica

       

Sono stati il fenomeno musicale dell’anno 2013. La scorsa stagione, in anteprima assoluta per l’Italia, i Mountain Men hanno letteralmente fatto impazzire il pubblico dell’Auditorium Gazzoli, con uno spettacolo che è andato ben oltre il semplice concerto. Una performance live segnata dalla grande musica, in cui la coppia “blues”, formata da Mr Iano e Mr Mat, ha saputo stupire, entusiasmare e coinvolgere, dando vita a un vero e proprio evento. La fama che ne è seguita spinge oggi Visioninmusica ad accontentare la grande richiesta, giunta da ogni parte del Centro Italia, di riascoltare, questa volta in esclusiva regionale, i Mountain Men anche nel corso della stagione 2014.

Nel 2009, la realizzazione di “Spring time coming” ha fatto scalpore nel mondo internazionale del Blues. Grazie a questo primo album il duo è stato nominato agli “Awards of the Blues Foundation of Menphis”; ha ricevuto il premio speciale del Cognac Blues Passion Festival e ha portato il suo show in tutto il mondo. Partendo da Chartreuse Mountains, vicino a Grenoble, Mr. Mat e Mr. Iano fanno ballare il pubblico negli USA, in Turchia, in Quebec, in Croazia, in Svezia, in Burkina Faso, ecc… In Francia, il successo è davvero spettacolare: vendere più di 15.000 album è oggi un vero e proprio exploit, ma riuscire a farlo senza alcun aiuto da parte dei media è una vera impresa! Una prodezza realizzata grazie al “passaparola” e costruito nei più di 300 concerti realizzati dal duo. Va detto inoltre che durante il concerto, lo scambio tra “Mountain Men” e il loro pubblico è davvero straordinario. Trasportati dalla voce inebriante di Mr. Mat e dai voli di armonica di Mr. Iano, il ritmo e le emozioni vanno di pari passo durante tutto il concerto. L’originale e indiscutibile carisma di questi due personaggi ci conduce con entusiasmo, tra risate ed emozioni, attraverso una festa piena di energia comunicativa. In ogni occasione il pubblico dimostra il suo calore, riservando lunghe ed entusiaste ovazioni durante i più famosi festival come il “Jazz à Vienne”, Nancy Jazz Pulsation, o nelle mitiche sale da concerto come l’Olympia, il New Morning o Transbordeur. Ora è con “Hope”, il secondo album, che il gruppo continua a vivere la sua avventura. Anche se non si perdono le radici blues del duo, presenti in ogni parte del disco, c’è qualcosa di più a trasportarci lontano nei tredici titoli del disco. Blues? Rock? Pop-Folk? Le etichette non sono importanti per i Mountain Men: qui stiamo parlando di musica, di vera buona musica. Dalle nuove composizioni risulta più che chiaro che la qualità degli arrangiamenti e la raffinatezza del suono crescono sempre di più. Dalle prime note di armonica, ai primi accordi di chitarra, ci rendiamo conto di non ascoltare una produzione che si può dimenticare in fretta, ma una creazione piena di vita, fatta con il cuore e con la testa, dove è possibile sentire l’anima vera dei due musicisti. “Hope” rappresenta solo l’inizio di un nuovo capitolo dell’avventura di questo incredibile duo, un nuovo capitolo pieno di “speranza”…