Seleziona una pagina

Schizoid Men
"Fiabe Rock:
tra menestrelli e astronavi,
quando la musica diventò immaginifica.
La follia controllata del progressive rock"

VENERDì 20 FEBBRAIO 2015 ORE 10:00
Acquista Biglietti

VENERDì
20 FEBBRAIO 2015
ore 10:00

AUDITORIUM GAZZOLI –
TERNI

 

GIULIO PACELLI, voce
EMANUELE GRIGIONI, tastiere     
MICHELE CRICCO, chitarre
EMANUELE VIALI, basso e bass pedal     
CLAUDIO GRIGIONI, flauto e ottavino
ALESSANDRO BARBI, batteria

Tra la fine degli anni ‘60 e l’inizio degli anni ‘70 la scena musicale era dominata da gruppi d’avanguardia che amavano stupire il pubblico con canzoni lunghe e sofisticate, che raccontavano fiabe insolite e suggestive. Dall’Inghilterra, questo nuovo stile musicale contagiò anche l’Italia, che per prima ne scoprì il potenziale espressivo. Ogni canzone era il risultato del connubio tra una prodigiosa tecnica musicale e una sfrenata fantasia nei testi, e oggi in tanti considerano quelle partiture come degne di far parte della musica classica del ventesimo secolo. Racconteremo alcune di quelle fiabe strambe e commoventi, scopriremo come il teatro e il rock possano concorrere a formare una nuova arte; ci divertiremo a scoprire come la musica stessa diventi narrazione, abbattendo ogni steccato precostituito: sacrificheremo la strofa e il ritornello per lasciare spazio alla più spregiudicata libertà espressiva che la musica popolare abbia mai conosciuto: il progressive rock.

Il progetto SCHIZOID MEN – 70s Prog Rock Tribute – nasce nel 2011 dalla volontà di sei musicisti di portare sui palchi un degno tributo a uno dei generi più raffinati e ispirati della musica anni Settanta: il Rock Progressive. L’attenta analisi delle partiture, unita ad una accurata ricerca delle sonorità originali, ha portato gli Schizoid Men ad esibirsi nelle più svariate occasioni, dai festival rock alle serate tributo. Lo spettacolo riscuote grande successo di pubblico, e vanta appassionati di tutte le età. Il repertorio spazia dai Genesis ai King Crimson, passando per i Jethro Tull, senza dimenticare le formazioni storiche italiane, su tutte PFM (Premiata Forneria Marconi) e Banco del Mutuo Soccorso.